Via B. Cottolengo, 10
20099 Sesto San Giovanni (MI)

Parole dalla Direzione

Carissime famiglie, qui di seguito troverete dei racconti di alcune famiglie alle quali ho chiesto di  provare a descrivere emozioni e  sentimenti vissuti durante la Festa della Scuola e nel pomeriggio del saggio di educazione motoria e della consegna dei diplomi.

Inoltre troverete un breve testo scritto dalla mamma di una bambina che abbiamo ospitato nella nostra scuola per il solo mese di maggio.

Vi invito a leggerli: sono testi che raccontano la bellezza  della nostra scuola, - luogo primario di relazioni affettive ed educative -  e che attestano la passione e l’amore con la quale il personale tutto si prende a cuore il cammino di crescita dei vostri piccoli a noi  affidati.

Un grazie di cuore alle famiglie che hanno accolto il mio invito, inviandoci i loro contributi.

 Buona settimana

Don Tarcisio

 

TESTIMONIANZE DEI GENITORI...

La missione della scuola è di sviluppare il senso del vero, del bene e del bello, che non sono mai dimensioni separate ma sempre intrecciate” (Papa Francesco)

Da poco giunti all’interno di questa comunità, con tante domande ed aspettative, siamo stati fin dall’inizio coinvolti dall’impegno e dalla passione che guida  le insegnanti e gli operatori scolatici di questa piccola realtà: e il percorso di crescita di nostro figlio ha confermato le nostre sensazioni.

Purtroppo talvolta, i pochi minuti di contatto con le altre famiglie e le insegnanti, all’ingresso ed all’uscita dalla scuola, si limitano  a frenetici saluti e scambi di informazioni, lasciando poco spazio alla conoscenza ed alla crescita di relazioni.

In tutto ciò la festa della scuola rappresenta sicuramente un’occasione ed un appuntamento importante per tutti noi. Personalmente questa festa ci ha dato la consapevolezza della presenza di un’intera comunità che gravita intorno alla scuola, alla parrocchia e all’oratorio: una comunità fatta di genitori, nonni, volontari e persone che si sentono parte di un progetto educativo, partecipando attivamente alla quotidianità e ai principali appuntamenti di condivisione.

Partendo da qui, vogliamo ringraziare chi dedica quotidianamente energie, tempo ed attenzione ai nostri figli e ai rappresentanti di classe per l’organizzazione di questa speciale occasione.

 (una famiglia dei piccoli)

 

Guardo mia figlia e la vedo entusiasta di andare a scuola ogni mattina. Guardo mia figlia e la scopro felice e soddisfatta per la giornata che ha trascorso in compagnia dei suoi cari compagni e insegnanti. Ascolto mia   figlia e non posso fare a meno di sorridere per ciò che ha il piacere di raccontarmi ogni giorno, con il più profondo e puro sentimento di stupore e meraviglia.

Entusiasmo, felicità, soddisfazione, senso di appartenenza e affiatamento, stupore e meraviglia … tutte sensazioni e stati d’animo piacevolmente colti nella mia bambina nel corso di un intero anno scolastico, e che tutto d’un tratto, incredibilmente e un po’ inaspettatamente, rivivo io stessa in un unico momento… la festa di fine anno.

In questa giornata, palpabile è stata la sensazione di affiatamento fra le persone, addetti ai lavori ma non solo, sia durante i giochi che nel resto del pomeriggio trascorso insieme. Il senso di familiarità percepito, l’allegria dei bambini e degli adulti, la gioia della condivisione, il piacere di impegnarsi per un fine comune (e qui penso soprattutto a chi ha lavorato per rendere possibile tutto questo). Per non parlare poi dell’incredibile carica positiva ed energetica del gruppo di Zumba, che a suon di danza e ritmi latini ha trasmesso emozioni e grandi entusiasmi, mostrando come un’attività apparentemente leggera a divertente come questa possa ludicamente insegnare rigore ed alti livelli di coordinamento psico-motorio!

Una cornice emotiva che ha raggiunto il suo apice nella giornata conclusiva di mercoledì 30 maggio.                  

 Il piacere di scoprire la maturità fisica raggiunta tenacemente dai nostri piccoli, grazie al grande impegno di chi ha lavorato per affinarla, ha presto lasciato il posto ad una vena più piacevolmente nostalgica… La fine dell’ anno scolastico e ciò che essa rappresenta, essendo per molti la conclusione di un percorso, si è metaforicamente e simbolicamente concretizzata con la consegna dei diplomi ed il lancio delle feluche da parte dei più grandi, che presto inizieranno una nuova avventura.

Noi abbiamo pensato e realizzato un progetto di vita: i nostri figli. Voi tutti - il personale scolastico attento e competente, i genitori appassionati e sempre attivamente partecipi - avete contribuito ad accrescerlo e a    perfezionarlo. E’ per questo che vi dico grazie. Per ciò che avete reso possibile in queste due giornate, assolutamente rappresentative ed emblematiche di un intero percorso scolastico.

(una famiglia dei medi)

 

 

Quando mi è stato chiesto se volevo scrivere qualcosa per il notiziario della scuola ho risposto di sì, ma poi mi sono detta: "e adesso cosa dico?!!!!". Poi ci ho pensato: quello che di bello c'è stato in quella giornata, perché di cose "brutte" non ne ricordo ( a parte la coda per le salamelle, ma erano così buone che si sono fatti perdonare!!!! ).    Per noi è stata la terza festa della scuola e sinceramente ci siamo divertiti in tutte. Purtroppo non abbiamo potuto aiutare nei preparativi, ma penso che in una scuola come questa sia bello fare ancora più parte della Famiglia che si forma attorno ai nostri bambini. E' stato bello vedere tanta partecipazione anche di nonni, zii e altri componenti delle varie famiglie perché,      secondo me, questo dimostra l'importanza che viene data ai piccoli. E poi è bello il clima che si forma, quando ti ritrovi a parlare tranquillamente con Mamme e Papà di cui magari non conosci neanche il nome, ma li vedi ogni mattina a scuola e quindi è come se li conoscessi da tanto. Anche la parte dei giochi è stata molto ben organizzata e partecipata, nonostante il sole cocente; e poi l'esibizione di Zumba quest'anno è stata veramente fantastica!!!! Di sicuro questa festa è un grosso impegno organizzativo per la Scuola e i vari rappresentanti di classe, ma spero vivamente che continuiate a farla perché da genitore vi posso dire che è veramente bella!!!!

E poi passiamo al saggio di Mercoledì 30.... che emozione!!!! I bimbi sono stati bravissimi e bellissimi, e anche in questo caso la partecipazione di noi genitori nel preparare i loro vestiti ( anche se per qualcuno sicuramente è stata problematica per questioni di mancanza di tempo, di idee... ) lo ha reso ancora più particolare e personale. Barbara è proprio brava, riuscire a preparare i bambini in quel modo non penso sia assolutamente facile, e anche se qualcuno non è stato proprio "al passo" fa niente, sono BAMBINI!!!!

La consegna dei diplomi poi è stata emozionante, è stata data loro importanza e i bimbi sembravano già dei "mini laureandi". Anche questo particolare momento di fine anno spero continui ad essere gestito in questo modo.

Grazie a tutti.

(una famiglia dei grandi)

 

Cara classe dei blu,  bimbi, genitori e maestre: vi ringraziamo per la calda, frizzante e colorata accoglienza...Sì, sì: è stato un abbraccio "mantello" che ci ha fatti sentire a casa! Un po' come la nanna di Irene è stata una esperienza piena e ... beh! l'unica parola che riassume tutto è un grazie gigante: grazie ai bimbi, grazie a tutti i genitori, grazie alla cuoca, grazie a Luciana, grazie a don Tarcisio, grazie a Maria e a tutte le maestre, grazie a questa bella comunità! 

(scritto ricevuto da una famiglia,  la cui bimba ha frequentato la nostra scuola nel solo mese di maggio)